Mostra contenuti secondari Nascondi contenuti secondari

PANIC ROOM o stanza di sicurezza si divide in sicurezza attiva e sicurezza passiva

PANIC ROOM

PANIC ROOM” e subito ci viene in mente il thriller uscito sugli schermi nel 2002 con Jodie Foster e Kristen Stewart. Ma l’espressione PANIC ROOM non è circoscritta ad un film che tanto facilmente ci sovviene, bensì a qualcosa che potrebbe toccarci più da vicino. 

Le PANIC ROOM esistono nella realtà e sono delle stanze blindate a cui si accede mediante un solo ed unico accesso. I contatti con l’esterno sono ridotti quasi allo zero assoluto. Le PANIC ROOM risultano quasi un corpo estraneo rispetta all’abitazione di cui in realtà fa’ parte, collocandosi in netta separazione dal resto della struttura in cui è incorporata. 

Potremmo quasi parlare di veri e propri bunker, luoghi cioè, come il nome stesso ci suggerisce, nei quali potersi rifugiare in caso di emergenza e grave pericolo, nell’attesa di poterne uscire quanto prima.

Di solito le PANIC ROOM si trovano all’interno di grandi ville o in abitazioni molto lussuose. Sono una forma estrema di autotutela nei confronti dei ladri. Risulta perciò collocata in modo che sia difficile da scorgere, con accessi spesso nascosti ed improbabili, giusto per fare un esempio, una finta parete. 

La PANIC ROOM nasce per atti di irruzione di un certo calibro, atti criminali o addirittura terroristici. Sono perciò spesso associate a figure di notevole importanza e che rivestono un ruolo determinante nel panorama sociale, si tratta di celebrità, politici, grandi imprenditori. 

Si accresce sempre più l’esigenza di possedere la PANIC ROOM in abitazioni private o in luoghi di lavoro, per assicurarsi un alto livello di sicurezza dinanzi ad atti che ledono gravemente la sicurezza. 

E’ così importante che un ospite o un intruso non riesca a vedere la stanza e tantomeno l’ingresso di questa. Pareti o armadi di specifici materiali creano questa illusione.

Ma cosa c’è dunque all’interno di una panic room?

La panic room pone il proprietario di casa in una situazione di notevole vantaggio e strategia: all’interno della panic room sorgono oltre che provviste, mezzi di comunicazione con l’esterno, diversi monitor in cui è trasmesso tutto ciò che al di fuori di essa avviene. 

La panic room può essere personalizzata chiaramente in base ai diversi livelli di sicurezza e in base alle esigenze, disponibilità del richiedente, in base inoltre al livello di tecnologia desiderato. 

Siamo in grado di poter rendere realtà le vostre idee, con tecnologie ultime e moderne a partire dall’impeccabile estetica e funzionalità strutturale per arrivare ai sistemi di bloccaggio, controllo. I sistemi elettronici, requisito fondamentale per un funzionamento impeccabile e sicuro sono scrupolosamente controllati. 

La panic room dispone di sistemi di chiusura e si sicurezza con accesso elettronico garantito e altamente tecnologico che rasenta il top universalmente raggiunto. Massima protezione, massimo controllo.

Le minacce provenienti dall’esterno sono ridotte al minimo. La permanenza all’interno della panic room può variare, fino anche a periodi relativamente lunghi, nonostante la stanza di sicurezza nasce come soluzione momentanea a breve termine e immediata.

I sistemi della panic room non permettono che proiettili la attraversino, sistemi di allarme ramificati e altamente moderni, videosorveglianza collegata a monitor e sistema di registrazione. Chiaramente in primo luogo la panic room è disposta per la comunicazione con le forze dell’ordine. L’ingresso o gli ingressi sono costituiti da porte blindate.

Non dimentichiamoci di servizi come telefoni, tasti di panico e sos, materiale ignifugo, materiale insonorizzato, sistema di areazione a sé stante, acqua potabile e servizi.